Bando artigianato veneto per l’acquisto di consulenze specialistiche in materia di digitalizzazione e passaggio generazionale.

Bando artigianato veneto per l’acquisto di consulenze specialistiche in materia di digitalizzazione e passaggio generazionale.

Scopo del BANDO:

Sostenere le imprese artigiane venete nel loro complesso, valorizzandone le caratteristiche e incrementando la loro capacità di innovare e affrontare nuove sfide. In che modo?

  • Stimolando la diffusione della cultura digitale e implementando tecnologie che contribuiscono alla digitalizzazione degli aspetti produttivi, gestionali e organizzativi delle imprese artigiane.
  • Fornendo percorsi di consulenza e di accompagnamento finalizzati al passaggio generazionale nelle imprese.

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono ammesse alle agevolazioni le imprese artigiane che alla data di presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti.

Quali sono gli interventi che posso rientrate nel contributo sotto forma di voucher?

  1. quelli finalizzati all’introduzione in azienda di tecnologie e nuove competenze digitali che possano contribuire ad una concreta digitalizzazione degli aspetti produttivi, gestionali ed organizzativi delle imprese attraverso processi di consulenza e di affiancamento aziendali;
  2. quelli finalizzati ad accompagnare le imprese, attraverso attività di consulenza e di affiancamento aziendali, nelle operazioni volte a garantire il futuro dell’azienda tramite la pianificazione del ricambio generazionale.

L’agevolazione, in forma di contributo a fondo perduto, è accordata sottoforma di voucher.

Tipologia di intervento Intensità d’aiuto Valore massimo voucher
Consulenze specialistiche in materia
di digitalizzazione (a)
 50% delle spese ammissibili  € 3.500,00
Consulenze specialistiche in materia
di passaggio generazionale (b)
 75% delle spese ammissibili  € 7.500,00

Rientrano nella categoria a) le seguenti spese:

  1. big data e analisi dei dati;
  2. cloud, fog e quantum computing;
  3. cyber security;
  4. integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution nei processi aziendali;
  5. simulazione e sistemi cyber-fisici;
  6. prototipazione rapida;
  7. sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  8. robotica avanzata e collaborativa;
  9. interfaccia uomo-macchina;
  10. soluzioni per la manifattura avanzata;
  11. manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  12. internet delle cose e delle macchine;
  13. integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  14. programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (c.d. “branding”) e sviluppo commerciale verso mercati;
  15. programmi di open innovation;
  16. sistemi di e-commerce;
  17. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech;
  18. sistemi EDI, electronic data interchange;
  19. soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  20. software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresacampo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  21. tecnologie per l’in-store customer experience;
  22. system integration applicata all’automazione dei processi.

Rientrano nella categoria b) le seguenti spese:

  1. consulenza specialistica di contenuto: attività diretta ad un’analisi strategica, organizzativa e gestionale della realtà aziendale per sostenere la fase del ricambio generazionale facendo rientrare perciò anche la consulenza legale, finanziaria e fiscale non ordinaria se connessa alle operazioni di trasmissione d’impresa, alla ristrutturazione della società e alla posizione fiscale dell’imprenditore sia uscente che entrante;
  2. affiancamento diretto alla gestione imprenditoriale e tutoraggio: attività avente l’obiettivo di supportare i nuovi soggetti nella gestione concreta dell’impresa e dell’esercizio del ruolo imprenditoriale;
    Non sono ammissibili e finanziabili:
    1. i servizi a carattere continuativo e periodico;
    1. i servizi connessi al normale funzionamento dell’impresa (come la consulenza fiscale ordinaria, i servizi regolari di consulenza legale, le spese di pubblicità e di mera promozione commerciale).

L’attività progettuale deve essere portata  a termine entro il termine perentorio del 04.05.2021

Il Bando ha una dotazione finanziaria iniziale pari ad euro 3.100.000,00 così distribuiti:

  • € 350.000,00 per le consulenze specialistiche in materia di digitalizzazione;
  • € 750.000,00 per le consulenze specialistiche in materia di passaggio generazionale. Tale misura è accompagnata dal c.d. “premio per l’avviamento” per il quale è prevista una dotazione finanziaria di euro 2.000.000,00.

SCADENZA

La domanda potrà quindi essere presentata a partire dalle ore 10.00 di martedì 31 marzo 2020 fino alle ore 18.00 di martedì 4 giugno 2020.

La fase di compilazione è attiva dal giorno 10 marzo 2020.

Per maggiori informazioni contattaci tramite il form di seguito

Accetto i termini dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *