Sospensione del mutuo per aziende e privati

Sospensione del mutuo per aziende e privati

Il Decreto CURA ITALIA ha previsto la possibilità di sospendere le rate di mutui e finanziamenti in essere.

Per le FAMIGLIE

Per i privati titolari di mutuo prima casa, la sospensione delle rate era già prevista dal Fondo di Solidarietà (istituito con la Legge 244/2007) se si trovavano in situazioni di temporanea difficoltà economica per perdita o riduzione del lavoro, decesso o infortunio. Si trattava solo di sospendere la quota capitale in quanto gli interessi andavano comunque corrisposti.
Con il nuovo decreto CURA ITALIA, è prevista la possibilità di richiedere la sospensione delle rate di mutuo acceso per l’abitazione principale per 9 mesi, sia per i dipendenti ma anche per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti.

Operativamente dovrai seguire questi passi:

  1. Richiedi alla tua banca il modulo e compilalo in ogni parte e firmalo (ATTENZIONE: se il mutuo è intestato a più soggetti, dovrà essere firmato da tutti)
  2. Consegna il modulo scansionato attraverso la funzione in homebanking (se presente) o attraverso e-mail al tuo gestore di riferimento (la scansione potrà essere realizzata fotografando col proprio cellulare il modulo compilato).

Riceverai dalla Banca una comunicazione con l’esito della richiesta di sospensione; se verrà accettata ti sarà anche inviato un modulo di integrazione contrattuale che dovrai sottoscrivere ed inoltrare alla banca sempre con gli stessi metodi indicati nel punto 2. (home banking o e-mail)

Per compilare il modulo avrai bisogno del numero di rapporto di finanziamento, la data di stipula e l’importo erogato, che potrai trovare in due modi:

  • nella tua home-banking;
  • sul un Documento di Sintesi del finanziamento che viene inviato ogni anno dalla Banca (guarda nella sezione documenti della tua Home Banking)

Se sei un professionista o un imprenditore, il DL 18/2020 ha previsto che tu rilasci un’autocertificazione in cui si attesti che hai avuto un calo del fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza della chiusura o della restrizione dell’attività operata in attuazione delle disposizioni adottate delle Autorità per l’emergenza coronavirus. Ai fini dell’accesso non è richiesta la presentazione dell’Isee. In tal modo potrai usufruire anche tu della sospensione del mutuo fino a 18 mesi.

Per le PMI

Anche per le aziende hanno previsto delle misure di sostengo nel caso in cui avessero subito la riduzione parziale o totale dell’attività. In particolare:

  1. Non potranno essere revocati, nemmeno parzialmente, fino al 30 settembre 2020 i fidi e gli anticipi fatture accordati alla data del 29 febbraio 2020
  2. Le rate dei mutui e dei finanziamenti in scadenza prima del 30 settembre 2020 sono sospese sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato secondo modalità che assicurino l’assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti.
    Tali misure sono concesse a condizione che al 17 marzo 2020 le esposizioni debitorie non siano classificate come esposizioni creditizie deteriorate ai sensi della disciplina applicabile agli intermediari creditori.

Di seguito trovate le scelte che hanno fatto le maggiori banche.

UNICREDIT BANCA

  1. Sospensione per 6 mesi del pagamento delle rate dei mutui (ipotecari e/o chirografari) per le imprese con sede legale/operativa in queste zone;
  2. Proroga delle linee di import fino a 120 giorni in caso di mancata ricezione della merce per motivi connessi all’evento;
  3. Concessione di linee di credito di liquidità con durata fino a 6 mesi.

maggiori info qui : https://www.unicredit.it/it/piccole-imprese/uniti_forti.html

GRUPPO INTESA SAN PAOLO:

  1. Plafond di 5 miliardi di euro, per nuove linee di credito aggiuntive rispetto a quelle preesistenti, della durata di 18 mesi (meno un giorno), di cui 6 di pre-ammortamento, con condizioni favorevoli, a partire dalle spese di istruttoria. Tali linee possono essere concesse a clienti e non clienti che al momento non beneficiano di linee di credito disponibili;
  2. Messa a disposizione di 10 miliardi di euro di liquidità per i clienti Intesa Sanpaolo, grazie a linee di credito già deliberate a loro favore e ora messe a disposizione per finalità ampie e flessibili, quali la gestione dei pagamenti urgenti.

maggiori info qui:
https://group.intesasanpaolo.com/it/sala-stampa/news/il-mondo-di-intesa-sanpaolo/2020/coronavirus-15-miliardi-di-euro-subito-a-disposizione-delle-impr.html

BPER BANCA

Stanziata la prima tranche di 100 milioni di euro del “Plafond BPER Banca per l’Italia” per finanziare privati, liberi professionisti, artigiani, commercianti e piccoli operatori economici:

Il tasso di interesse applicato per finanziamenti fino a 10.000 euro è dello 0% nei primi sei mesi, dai mesi successivi si applica il tasso dell’1%

Per finanziamenti di importi superiori ai 10.000 euro il tasso di interesse è dell’1% sia sul preammortamento che sulla durata residua

Non sono previste spese di istruttoria. La durata dei finanziamenti è di 36 mesi.

Le richieste vanno presentate presso le filiali BPER Banca.

maggiori info qui:
https://www.bper.it/news-eventi/emergenza-coronavirus

BNL

Tramite Artigiancassa – banca di riferimento delle micro e piccole imprese artigiane, partecipata da BNL e da Confartigianato, CNA e Casartigiani – mette a disposizione delle aziende linee di credito dedicate, per rispondere all’eventuale momentanea carenza di liquidità derivante dall’attuale situazione.

maggiori info qui:
https://bnl.it/it/Scopri-BNL/coronavirus–iniziative-bnl-per-le-imprese

MPS

Stanziati 5 Miliardi:

  1. sospensione delle rate o l’allungamento della durata dei finanziamenti fino ad un massimo di 12 mesi come previsto dalla convenzione sottoscritta con ABI e la proroga delle scadenze degli anticipi fino ad una durata massima di 12 mesi dall’accensione del credito.
  2. finanziamenti a medio e lungo termine, sia di natura chirografaria che ipotecaria, con erogazioni in tranches da effettuare nel corso del primo anno a seconda delle esigenze che le aziende evidenzieranno. Per semplificare l’iter di richiesta e concessione è previsto il più amplio coinvolgimento delle Associazioni di Categoria mentre tutte le misure seguiranno un canale preferenziale per accorciare al minimo i tempi di risposta.

maggiori info qui:
https://www.gruppomps.it/media-e-news/comunicati/5-miliardi-per-le-imprese-emergenza-covid19.html

Vuoi sapere quanto costa sospendere le rate?
Per effettuare il calcolo mi servirà il piano di ammortamento.

Hai bisogno di un supporto nella richiesta di sospensione del mutuo?

Potrai contattarmi utilizzando uno dei pulsanti che trovi qui di seguito.

Per maggiori informazioni contattaci tramite il form di seguito

Accetto i termini dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *