INCENTIVI CONTO ENERGIA – Art. 36

Al fine di superare il divieto di cumulo degli incentivi alla produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici con la detassazione di cui all’art. 6, commi da 13 a 19, Legge n. 388/2000, c.d. “Tremonti ambiente” che consentiva alle piccole e medie imprese (PMI) di beneficiare della detassazione del costo degli investimenti ambientali, è confermato che, il contribuente, per mantenere il diritto a beneficiare delle tariffe incentivanti riconosciute dal GSE per la produzione di energia elettrica, deve versare una somma
“determinata applicando alla variazione in diminuzione effettuata in dichiarazione relativa
alla detassazione per investimenti ambientali l’aliquota d’imposta pro tempore vigente”.
I soggetti che intendono avvalersi della predetta definizione devono:
O presentare un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate le cui modalità / contenuto
saranno individuate da uno specifico Provvedimento;
O versare gli importi dovuti entro il 30.6.2020.
Nella predetta comunicazione il contribuente deve:
O indicare l’eventuale pendenza di giudizi relativi il recupero delle agevolazioni non spettanti;
O rinunciare agli stessi giudizi che sono sospesi dal Giudice (dietro presentazione di copia della
comunicazione e nelle more del pagamento delle somme dovute).
NB L’estinzione del giudizio è subordinata:
O al perfezionamento della definizione;
O alla produzione della documentazione attestante i pagamenti effettuati.
In sede di conversione è previsto altresì che nel caso in cui il contribuente versi la suddetta somma, il GSE:
O non applica le decurtazioni degli incentivi di cui all’art. 42, D.Lgs. n. 28/2011 previste nel caso
in cui a seguito della verifica ispettiva del GSE siano accertate violazioni rilevanti ai fini della
erogazione degli incentivi;
O tiene conto della suddetta disciplina relativa ai giudizi pendenti.

Per maggiori informazioni contattaci tramite il form di seguito

Accetto i termini dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679).