Fattura emessa verso una partita IVA inesistente o cessata

Nel caso in cui la fattura elettronica sia emessa con l’indicazione della partita IVA o del codice fiscale del cessionario/committente inesistente per l’Anagrafe tributaria, lo SdI scarta la fattura in quanto non conforme alle disposizioni dell’art. 21, D.P.R. n. 633/72.
Diversamente, qualora la partita IVA risulti cessata oppure il codice fiscale risulti di un soggetto deceduto, la
fattura è considerata emessa e non è scartata dallo SdI.
In questo secondo caso, comunque, l’Agenzia delle Entrate potrà effettuare controlli successivi al fine di verificare la veridicità dell’operazione.

Per maggiori informazioni contattaci tramite il form di seguito

Accetto i termini dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679).