COMMERCIO DI PIANTE E FIORI TRA IMPRENDITORI AGRICOLI – comma 225

In sede di approvazione è previsto l’inserimento del nuovo comma 3-bis all’art. 56-bis, TUIR
con il quale è disposto che gli imprenditori agricoli florovivaistici di cui all’art. 2135, C.c., che
commercializzano piante vive e prodotti della floricoltura:
O nel limite del 10% del volume d’affari;
O a favore di altri imprenditori agricoli florovivaistici;

determinano il relativo reddito applicando il coefficiente di redditività del 5% ai corrispettivi delle
operazioni registrate / soggette a registrazione ai fini IVA.

Per maggiori informazioni contattaci tramite il form di seguito

Accetto i termini dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679).