ACQUISTO VEICOLI ELETTRICI / IBRIDI – Commi da 1057 a 1064

In sede di approvazione è previsto il riconoscimento nel 2019, a favore dell’acquirente in Italia, anche in leasing, di un veicolo elettrico / ibrido nuovo di fabbrica, di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3 con rottamazione di un veicolo delle stesse categorie, di un contributo pari al 30% del prezzo d’acquisto (corrisposto dal venditore mediante compensazione con il prezzo d’acquisto) fino ad un massimo di € 3.000 nel caso in cui il veicolo rottamato sia di categoria Euro 0, 1 e 2.
Entro 15 giorni dalla data di consegna del nuovo veicolo il venditore, pena la decadenza del contributo, deve consegnare il veicolo usato a un demolitore e provvedere alla richiesta di cancellazione per demolizione allo Sportello telematico dell’automobilista.
Le imprese costruttrici / importatrici del veicolo nuovo rimborsano al venditore l’importo del contributo recuperando quest’ultimo quale credito d’imposta per il versamento delle ritenute alla fonte sui redditi da lavoro dipendente, nonché dell’IRPEF / IRES / IVA.
Fino al 31.12 del quinto anno successivo a quello in cui è stata emessa la fattura di vendita, le imprese costruttrici / importatrici devono conservare la seguente documentazione da trasmettere al venditore:

• copia della fattura di vendita e dell’atto di acquisto;
• copia del libretto e della carta di circolazione e del foglio complementare / certificato di proprietà del veicolo usato o, in caso di loro mancanza, copia dell’estratto cronologico;
• originale del certificato di proprietà relativo alla cancellazione per demolizione, rilasciato dallo Sportello telematico dell’automobilista.
È demandata al MISE / MIT l’emanazione delle disposizioni attuative.

Per maggiori informazioni contattaci tramite il form di seguito

Accetto i termini dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679).